Eredità d’affetti

Ieri ho ritrovato mio padre. Lui in realtà non c’è più da sedici anni, ma io l’ho ritrovato in internet, grazie a non so quale impulso a scrivere in Google il suo nickname. Sorrido, perché lui non l’avrebbe definito così, ma più letterariamente e classicamente, pseudonimo.

Ironica e il suo babbo

Mi sono spesso chiesta come avrebbe vissuto l’era di internet mio padre. Credo molto bene e molto attivamente. Probabilmente avrebbe un blog, avrebbe il profilo su Facebook e pure su Google +. Da qualcuno devo aver preso.

Lui se n’è andato, ma la sua passione per le parole no.

Potrei mettere qui alcuni link per far capire chi fosse e che cosa facesse, ma preferisco mantenere un rispettoso riserbo. Lui giocava seriamente con le parole, io mi ci gingillo sterilmente.

E’ così che capita di commuoversi davanti allo schermo. Mica solo all’ultima puntata di Lost.

Annunci

Un pensiero su “Eredità d’affetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...