De physicae ignorantia

Lo spassoso svarione che ieri ha allietato la nostra giornata, quel tunnel che collegherebbe la Svizzera con l’Abruzzo per farci passare i neutrini in fila indiana più veloci della luce (del resto è comprensibile, da nord a sud è tutta discesa), ha risvegliato una riflessione che coltivo da anni.

Scommetto che la Gelmini appartiene a quella categoria di “umanisti” che si vantano con supponenza di non essere portati per certe materie, lasciando intendere che la tecnica e la scienza siano “aride” e non alla loro altezza.

Io credo invece che non sia un problema di altezza, ma di portata.

Una laurea non si nega a nessuno, nemmeno a lei, ma un esamino di matematica e fisica sarebbe utile e formativo per tutti. Umanisti compresi.

Annunci

3 pensieri su “De physicae ignorantia

  1. La verguenza della carenza denoterebbe pudore, la cui mancanza è la loro prima “qualità”.

    Il bello è che loro, per primi, lo sanno benissimo: c’è forse anche una forma di dileggio nell’esibire questa differenza con noi, poveri sfigati.

  2. Basterebbe leggere i quotidiani con una certa regolarità e probabilmente leggere i comunicati stampa che partono dal suo ufficio, con la sua firma in calce. Ma immagino che sia troppa fatica per un ministro che gaudagna solo 153.000 euro l’anno, centesimo più, centesimo meno.
    Vitarosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...