La fine del mondo

Potrebbe essere l’ultimo post questo.

Pare che venerdì prossimo ci sarà la fine del mondo. Ho fatto un po’ di ricerche in rete ma non sono riuscita a sapere l’orario, quindi sarà bene prepararsi già in mattinata.

Lo sostiene Harold Egbert Camping, un predicatore protestante americano (ovviamente) di 89 anni. Cito l’età perché non è un fattore secondario; io lo capisco questo povero vecchio fanatico. L’idea della morte, della mia morte, mi irrita, non lo posso negare, ma non per il fatto che io non ci sarò più, ma perché – nonostante questa incommensurabile perdita – qualcuno continuerà ad esserci. Sarei molto più serenamente disposta alla dipartita se con me sparissero tutti gli altri, non so se mi spiego. Che ci farei sulla Terra da sola? Dopo aver consumato le scorte alimentari dei supermercati della zona dovrei procacciarmi il cibo con le mie mani, e io non so come si fa. Non ci sarebbero medici, parrucchieri e idraulici. Chi si prenderebbe cura di me? Insomma per quanto io sia leggermente misantropa, non potrei fare a meno del genere umano (di qualcuno sì però); tanto vale morire.

Forse anche lui, Harold, la pensa come me. Dice che non è la prima fine del mondo che annuncia, e, poverino, non ci ha mai azzeccato. Ma io non mi accontento di un articolo tradotto, vado alle fonti. Questa storia mi interessa perché venerdì dovrei prendere il treno e – sciopero permettendo – devo sapere se posso fare il biglietto o se mi conviene aspettare la Fine seduta in poltrona.

Il sito web dell’organizzazione non dice nulla in proposito, ma un indizio c’è. Cliccando “What’s new?” sulla destra, si arriva a una pagina inequivocabile. Non c’è niente. Il vuoto. Allora è vero! Non ci sarà mai più niente di nuovo, perché non ci sarà niente.

Postilla. Il buon Harold ha avuto un piccolo ictus lo scorso mese di giugno.

Altra postilla. Pare, ma anche questo non è verificato, che alcuni, pochi eletti, si salveranno. Io non ho ricevuto nessuna comunicazione in proposito, e la cosa mi innervosisce un po’.

Annunci

Un pensiero su “La fine del mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...