Gente cool

Stamane mi trovavo in una delle piazze principali della mia città, in cerca di un taxi per tornare a casa con la genitrice madre, dopo uno dei suoi  innumerevoli appuntamenti di ordine medico-sanitario a cui io sono costretta ad accompagnarla.

Orbene, dato che l’attesa si è protratta alquanto, imperocché le auto pubbliche son merce rara (e cara), ho avuto modo di assistere al passaggio di alcuni figuri che subito ho individuato in operatori della moda. Essi erano quasi tutti con caratteri somatici orientali, abbigliati in modo… brutto.

Mio nonno Francesco, uomo d'altri tempi

Questo era mio nonno nel 1929. Quando dire a qualcuno che era cool, pareva brutto.

Il più sobrio indossava un paio di pantaloni al ginocchio in lana grigia, lavorati ai ferri con le trecce, con calzettoni jacquard e scarponcelli.

Faceva schifo, qui lo posso dire senza tanti giri di parole. Come posso anche affermare senza timore quanto mi appaiano ridicoli e inguardabili quasi tutti quelli che, siccome si occupano di moda, pensano di dover per forza dimostrare quanto siano artisti e originali. Mi domando come mai nessuno glielo faccia notare in modo garbato e rispettoso. “Ma come ti sei conciato? Fai ridere i polli, torna subito in camera a cambiarti!”.

Parlo da esperta del settore, data la mia esperienza decennale nell’arte del tricot. Potrei nel caso progettare e realizzare mutande e calzerotti di fogge e colori assai eleganti per l’uomo e la donna moderni. Pon pon a richiesta in posizioni a piacere.

P.S. En passant dedico un ultimo e definitivo pensiero al guidatore di auto pubbliche.
Che Monti t’assista.

Annunci

Un pensiero su “Gente cool

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...