Rezday

Una delle prime immagini scattate in Second Life. Io sono la culona coi capelli viola, che polemizza col povero malcapitato.

Oggi è il mio quinto rezday.

Cioè l’anniversario di quando ho creato un account su Second Life. E’ uso festeggiare o almeno ricordare, la data della “seconda nascita” nella “seconda vita”.

Dall’esterno può apparire un’usanza priva di senso, per così dire, e posso assicurare che anche dall’interno non è che sembri tanto intelligente. Il termine “rez” con il corrispondente verbo “rezzare” coniugato in tutte le forme, prende origine dal film “Tron” del 1982, ed equivale a “materializzare”.

Quindi io mi sono materializzata in forma di pixel il primo febbraio del 2007. Poi, subito dopo, mi sono presa un anno sabbatico per problemi tecnici (il programma è impegnativo e serve una scheda grafica piuttosto potente) e solo nel 2008 ho iniziato la mia frequentazione su base regolare.

Mi sono fatta degli amici lì, nel senso più puro del termine, ché certe cose io non le faccio e soprattutto non le racconto qui.

Sono pochissimi (gli amici), direi che basta una mano con poche dita per contarli, ma in compenso ho una sfilza di contatti che, nella maggior parte dei casi, servono solo per fare arredamento. E so perfettamente che la cosa è reciproca: ma non mi dispiace rappresentare una seggiola o una lampada da tavolo.

E’ difficile spiegare in poche parole cosa sia “Second Life”, certamente non è un gioco (e chi lo afferma o è in malafede o semplicemente non ha idea di quale sia la definizione di gioco) ma ci si può giocare, non è una chat ma si comunica anche come si fa nelle chat, non è il regno delle perversioni come a volte si legge in giro, ma ci sono anche i perversi maniaci brutti e cattivi. Infine non è morta, a meno che non sia abitata da milioni di zombie.

Nel corso degli anni ho subito un’evoluzione, naturalmente, ho imparato tante cose e ho anche svolto delle attività. Senza uno scopo Second Life diventa molto noiosa, secondo me, e infatti non capisco la massa che sta lì a ciondolare nel sonno della ragione. Non sanno che ci sono posti dove si parla di libri, organizzano mostre d’arte, concerti dal vivo, tengono corsi, ed è anche possibile parlare con gente da tutto il mondo (se si sa l’inglese).

Insomma si fanno anche delle cose interessanti, o culturali, e a volte le due cose coincidono.

L’aspetto creativo, formativo e culturale per un’intellettuale come me è basilare. Ca va sans dire. (O come diavolo si scrive).

Ma la cosa che preferisco di Second Life è che lì dentro io sono bellissima, elegantissima, sexyssima e soprattutto molto popputa.

Ho decine di parrucche, abiti, scarpe, stivali e ogni sorta di accessorio e protesi corporea atte ad ogni bisogno; possiedo beni mobili e immobili, animali e creature immaginarie. Posso cambiare faccia, forma, specie, dimensione, proprio come Maya di Spazio 1999.

Ah, e ovviamente il mio avatar mi somiglia in maniera terribile, che quasi non si riesce a distinguere. Quasi.

Annunci

8 pensieri su “Rezday

  1. “Ma la cosa che preferisco di Second Life è che lì dentro io sono bellissima, elegantissima, sexyssima e soprattutto molto popputa.
    Come aspetto creativo-formativo-culturale, lo apprezzo molto intellettualmente.

  2. Non mi ricordo più la password, ora provo a entrare in quel luogo di perdizione ( dove ero poco meno che la meretrice di Babilonia e ho ucciso e tradito diverse persone). Ci tengo comunque a informare il vasto pubblico che io, V. V., colà sono assai più bella di te.

    • V.V. mi dispiace dissentire, ma sei obsoleta. La skin che ti comprasti (a mie spese) ormai la regalano nei discount dei bassifondi. Io indosso solo alta moda, e possiedo capezzoli sculptie che bucano lo schermo, per non dire di altro…
      Se vuoi rientrare preparati a un lungo periodo di riabilitazione.

    • Il merito è della suddetta Eva Carriego, di cui eviterò di svelare il nome in SL. Ella è capace di tirare fuori il meglio di me in fatto di umorismo, e l’amo profondamente. Amore che si manifesta in regalie di oggetti transfer, sempre badando che non diventi più seducente di me però.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...