Festival

Va bene, parliamone.

Ho seguito il Festival di Sanremo durante le mie solite serate in multitasking, come succede quando nulla mi pare meritevole della mia augusta attenzione in esclusiva. Allora leggo un po’ qui e scrivo un po’ lì, butto un occhio di qua e uno di là. (Che immagine splatter).

La prima serata l’ho persa per incapacità di sopportazione. La seconda perché non funzionava lo stream di Raiuno, ieri sera invece ho goduto in due momenti, anche se in cambio ho dovuto soffrire per gran parte del tempo.

Ma io mi domando e dico, ci vuole proprio tanto a scrivere dei testi di raccordo tra una esibizione e l’altra, che non mettano in imbarazzo chi li dice e chi li ascolta? Perché io ho avvertito la cappa della vergogna incombere spesso e volentieri. Per non dire della noia assoluta in certe lungaggini con ospiti insulsi e fuori luogo come la Pellegrini, che si muove come un armadio ed è simpatica come una colica renale.

Leggo che tra gli autori c’è anche quell’autor di romanzetti ove di parla di adolescenti inquieti. Se tanto mi dà tanto… capisco perché otteniamo così poco.

Naturalmente, siccome sono molto cool e trendy, ho twittato anche io sul tema. Non credo che mi abbia letto nessuno (ho un numero risibile di seguaci) ma bisogna far parte del giro, noi giovani siamo così. Yeah.

 

P.S. Non ho sentito una sola canzone in gara per intero, e nemmeno un nanosecondo del cantante predicatore. Non ho potuto, dovevo dar da mangiare alle galline di Castleville.

Annunci

5 pensieri su “Festival

  1. Il multitasking è opera di alta ingegneria degna di essere rimarcata. Nel mio (eh si… siamo uguali) non appare comunque Sanremo. Per scelta di vita. Comprendo però che quei testi che a te (fortunatamente) non piacciono, sono graditi dalla massa. Proprio a quella a cui quegli autorini si rivolgono, che quindi svolgono un ottimo lavoro.
    E visto che mi piaci, anche se so che sei il tipo a cui non piace barare, et voilà

    così…
    hai visto mai…

  2. un disastro sto sanremo. Non avevo nulla da fare e lo ho guardato tutto. Non so bene perchè mi sono autoinflitta questa pena, forse il mio subconscio mi voleva punire. Bah una schifezza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...