Binari

E’ un periodo davvero frenetico e denso di avvenimenti.

Non per me.

Immagine

L’interiorità di un treno.

Oggi ho viaggiato per la prima volta sul nuovo treno Italo, e questo potrebbe rappresentare il culmine degli eventi delle ultime settimane. Non ho mai recensito un treno, anzi non ho mai recensito alcunché se non per celia, quindi non so cosa sottolineare, se la sinfonia cromatica in giallo-arancio degli interni che alleggerisce i toni di grigio, oppure il fatto che sulla carrozza numero 7 non ci siano porte di accesso dall’esterno. E quindi si sale e si scende dalle carrozze adiacenti (non è che si viene issati direttamente dai finestrini, che sono oltretutto sigillati).

Le poltrone non sono tanto comode, almeno quelle della classe per i meno abbienti, denominata “Smart”: il sedile è troppo corto e lo schienale troppo reclinato per i miei gusti. Ho pigiato l’unico bottone che ho trovato ma non è cambiato nulla. In compenso c’è la connessione wireless e la presa per la corrente ad ogni posto. Io, che non sono ancora dotata di dispositivi mobili portatili non ne ho goduto, ma la prossima volta provvederò a portarmi il pc così darò un senso all’apparato. Naturalmente ho trovato il mio posto occupato da uno il cui posto era occupato da un altro (e così via, ad libitum). Devo ancora capire le motivazioni che spingono la gente a non occupare il proprio posto prenotato. Forse c’è di mezzo la superstizione o la non conoscenza dei numeri. Ricordarsi di approfondire la questione.

A fine treno c’è la carrozza Cinema, ma, data la brevità del mio consueto viaggio settimanale, non ne prevedo la frequentazione, almeno finché non metteranno la carrozza Telefilm brevi.

La cosa veramente fastidiosa, per un’asociale come me, è che già sul marciapiede della stazione di partenza, un nugolo di signorine in divisa si sparpagliano approcciando i passeggeri in attesa “Viaggia con Italo?”. E ti spiegano com’è composto il treno, e quali vagoni stanno all’inizio e quali alla fine, tutte sorridenti e cordiali. Lo posso capire, hanno trovato un lavoro, che di questi tempi è un buon motivo anche per sorridere agli sconosciuti sul marciapiede.

Per il momento mi sono limitata ad annuire stancamente, appena troverò un lavoro anche io, mostrerò l’intera dentatura al popolo, viaggiatore o stanziale che sia.

Annunci

4 pensieri su “Binari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...