Occhio non vede

Ultimamente succede che io mi dimentichi di mettere gli occhiali.

Sono mediamente miope da quando facevo la terza elementare, ma solo da una quindicina di anni indosso sempre un qualche dispositivo che mi aiuti a mettere a fuoco. Occhiali o lenti a contatto. Senza queste protesi vedo le cose lontane sfocate e confuse.

Difficile sbagliare. Però da qualche tempo sbaglio e mi dimentico. Faccio per uscire di casa e mi rendo conto che mi manca qualcosa.

Ieri me ne sono accorta quando già ero per strada e ho pensato, pazienza, male che vada non riconosco qualcuno. Tanto non incontro quasi mai nessuno.

Quasi.

Dopo pochi metri mi si sono fatte dappresso due forme umane in guisa di nebbiolina. Ho avvertito il sorriso e i volantini in mano e, certa che fossero pie donne in cerca di proseliti, ho tirato dritto mormorando “Non mi interessa”.

Sbagliato.

Mi interessava eccome, erano le mie parrucchiere che portavano nel quartiere la lieta novella della riapertura del negozio dopo una ristrutturazione.

L’episodio di per sé è degno delle notizie amene che i grandi quotidiani danno in pasto ai commentatori nei social network, di quelle che meritano tanti “sticazzi”.

Ma l’inconscia ricerca dell’offuscamento visivo mi fa pensare. Quello che vedo non mi piace. Non mi interessa guardare lontano, mi stanno bene i contorni sfumati delle cose, le figure indeterminate degli umani intorno, ci sono ma non so chi siano. Del resto non è sempre così? Io chi siano gli altri non lo so, nemmeno se li guardo con un binocolo.

Mi basta vedere bene da vicino, raggomitolarmi nel letto col mio ebook-reader e i cinquanta libri che ci sono dentro. O sfidare il mondo a colpi di ruzzle, e vincere.

O perdere (meno).

Annunci

5 pensieri su “Occhio non vede

  1. Questo tuo commento risolve un quesito che mi sono posto: perché, pur avendo speso un mezzo mutuo per lenti progressivimissime leggerissimissime framelessissime, alla fine per leggere alla sera, mi viene sempre da toglierle?
    Il motivo di questo mio borborigmo, si smarca dal liquidatorio sticazzi, al pari del tuo, in modo forse consolatorio ma sincero: lo faccio perché ce voglio prova’ con i miei mezzi.

    Su instagram, il filtro che sfuma i contorni è motivo di pregio.

    Tanto più lo sarà il mio, inimitabile dazio per gli astanti e ambitissimo privilegio senile.

    E provare a vincere su ruzzle con l’aiutino del plugin sarebbe come fare sesso con la protesi, quando ancora funziona.

    A proposito, mi ci trovi come Paolodeck .
    пириждаю тебя.
    пока

  2. Ironicale, da un po’ ho la sensazione che tu stia soffocando: che non sia giunto il momento di mollare gli ormeggi e partire alla volta di avventure? È un peccato lasciare che uno spirito come il tuo si avvizzisca in questo paesucolo in via di inviluppo.

    La miopia e l’inevitabile presbiopia dell’età adulta (…) fanno a botte: non sarà per questo che volete togliervi gli occhiali??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...