Il caldo uccide

fa caldo anche in SL

Uccide le idee, la voglia di muoversi ma soprattutto il buon gusto. Quando la gente capirà che svestita e sudata è brutta da vedersi, e da annusarsi, smetterà di osannare l’estare come la stagione del benessere. Io la detesto dal 1992 o giù di lì. L’odio è arrivato successivamente. Il mio carattere, tutt’altro che solare (per fortuna) non è adatto alle temperature superiori ai 25°C, e il mio corpo sta meglio coperto. Il caldo estremo piace solo ai nullafacenti vacanzieri e a certi rettili dei tropici. E a chi ha il cervello liquefatto e non si accorge della differenza.